ATTACCO EPILETTICO DI MIA FIGLIA DI ANNI 4

    Pubblicato il: 21 Dicembre 2012 Aggiornato il: 21 Dicembre 2012

    DOMANDA

    PER PRIMA COSA GRAZIE PER IL SUO INTERESSE. MIA FIGLIA ANNI 4 STANOTTE ORE 3, NON HA SONNO, LA PORTO CON ME A VEDERE UN PO DI TV , ALLE 4 30 CIRCA , DOPO AVERLE DATO DEL LATTE CALDO COME CHIESTO DA LEI, LA PORTO A LETTO. ALLE 5 VENGO SVEGLIATO DALLE URLA , LA BAMBINA HA UNA CRISI EPILETTICA, DURA UNA PAIO DI MINUTI, POI IL CORPO E’ COME RILASSATO, BOCCA BLU, SEMBRA CHE NON RESPIRA, IL PANICO.. DOPO UN 3 MINUTI CIRCA SI RIPRENDE. LA PORTIAMO AL MEYER, NEL TRAGITTO VOMITA IN MACCHINA(LATTE). VIENE SOTTOPOSTA A ELETROENCEFALOGRAMMA. LA DOTT.SSA DICE CHE NON VI E’ UNA CAUSA, ED E’ UN BENE DICE, MA POTREBBERO VERIFICARSI ALTRI CASI. FISSA SECONDO ESAME X IL 7 GENNAIO. NEL REFERTO ALLE CONCLUSIONI RIPORTA: BUONA ORGANIZZAZIONE DELLA VEGLIA E DEL SONNO.ANOMALIE PAROSSISTICHE SULLE REGIONI TEMPORALI DI DESTRA E INDIPENDENTEMENTE CENTRO-TEMPORALI DI SINISTRA CHE SI ATTIVANO CON IL SONNO. OVVIAMENTE IO E MIA MOGLIE SIAMO NEL PANICO PIU’ ASSOLUTO. CI HANNO DATO DEI MEDICINALI DA INSERIRE NEL RETTO QUALORA SI RIPRESENTASSE L’ATTACCO E DURASSE PIU DI 5 MINUTI. VOLEVO AVERE UNA SUA OPINIONE, SE SECONDO LEI SI POSSANO VERIFICARSI DI NUOVO, SE BISOGNA SEGUIRE QUALCHE PARTICOLARE DIETA E SE VERO CHE SPESSO GLI ATTACCHI SI VERIFICANO 1 ORA DOPO IL SONNO E 1 ORA PRIMA DEL RISVEGLIO. MIA FIGLIA NON HA MAI SOFFERTO DI QUESTI ATTACCHI NE NESSUNI IN FAMIGLIA.GRAZIE ANCORA DOTTORE

    RISPOSTA

    L’inquadramento in una sindrome precisa ( epilessia parziale benigna, epilessia parziale secondariamente generalizzata ed altre forme) fanno la loro differenza. Immagino che in una sede cosi qualificata abbiamo già fatto tutte le indagini ulteriori che consentano di formulare un inquadramento diagnostico più preciso. In genere si le crisi avvengono in prossimità del risveglio o dell’addormentamento, e sulla loro probabilità di ricaduta a quest’età (e con gli elementi che mi fornisce) è possibile ma non obbligatorio poochè il cervello produce molte onde eccitatorie a quest’età ma spesso senza alcun risvolto critico. E’ sicuramente utile monitorizzare con EEG periodici l’andamento delle focalità