Ematospermia grave perdurante da anni

    Pubblicato il: 22 Luglio 2021 Aggiornato il: 22 Luglio 2021

    DOMANDA

    Buongiorno professore,
    ho 67 anni, sono affetto da varie patologie di ambito urologico (prostata aumentata di volume, flusso un po’ difficoltoso – assumo Xatral -, idrocele, cisti epididimale).
    Volevo però consultarla su un altro problema. Da circa un lustro riscontro eiaculazione con presenza di sangue nel liquido spermatico. Nel primo anno la colorazione era chiaramente percepibile, ma non intensissima; c’è stato inoltre un periodo di due-tre mesi in cui il fenomeno sembrava scomparso. Poi, le cose sono cambiate: il liquido è diventato coloratissimo, di un marrone nerastro, e molto acquoso, mi pare. Nella fase iniziale della vicenda era stata eseguita una spermiocultura, risultata negativa. Uno degli specialisti che mi hanno visitato ha pensato a un’infezione e su sua prescrizione ho preso un sulfamidico, ma questo non ha portato a miglioramenti di sorta.
    A questo punto non so bene come muovermi, spero nel suo illuminato parere.
    La ringrazio molto.
    Cordiali saluti

    RISPOSTA

    In presenza di una ematospermia asintomatica, e in assenza di infezione, bisogna escludere un tumore alla prostata e una anomalia della coagulazione. In assenza di questi problemi, non è preoccupante.

    Sicuramente gli urologi che lei ha consultato avranno pensato a queste possibilità.

    Daniele Minardi

    Daniele Minardi

    Professore associato di urologia presso la facoltà di medicina dell’Università politecnica delle Marche. Nato nel 1957, si è laureato in medicina nel 1982 e si è specializzato in urologia nel 1990. Dottorato di ricerca presso University College di Londra nel 1998, Honorary Consultant in laparoscopic and robotic surgery presso Guy’s Hospital King’s College di Londra. […]
    Invia una domanda