EPITELIOMA VASO-CELLULARE

    Pubblicato il: 24 Luglio 2013 Aggiornato il: 24 Luglio 2013

    DOMANDA

    Buongiorno Dottore,
    Le scrivo a nome di mia madre settantasettenne.
    Nel ’90 le si lesionò un neo del cuoio capelluto (presumibilmente a seguito dell’uso del pettine) e tutt’intorno noto’ una perdita di capelli.
    Vari dermatologi le diagnosticarono una semplice alopecia che curo’ con frizioni e shampoo specifico, ma nel 1994 le diagnosticarono un epitelioma vaso-cellulare.
    Dopo tale intervento, una immediata biopsia risulto’ ancora positiva ed il male recidivo.
    Nel 1997 si manifesto’ un’emorragia dalla cicatrice e fu rioperata dopo 2 giorni. La biopsia risulto’ ancora positiva, e il tumore ancora recidivo. A tal punto chiese un consulto presso un professore che esercitava a Sassari il quale le disse che per subire un’altro intervento avrebbe dovuto attendere un’altro episodio emorragico o un’altra manifestazione, che giunse dopo 2 anni, nel 1999.
    Mia madre si reco’ a Novara dove subi’ un intervento con il metodo Moss, al microscopio.
    Da allora stà bene, fa’ dei controlli annuali ma ha letto sull’enciclopedia medica che tale problema potrebbe riaffiorare dopo 20 anni .
    Che cosa ne pensa Dottore? Sono trascorsi 14 anni dal 3° intervento.
    Ritiene che il male possa ripresentarsi? Le sarei molto grata se mi desse qualche informazione in piu’.
    La ringrazio e La saluto cordialmente.
    Stefania

    RISPOSTA

    ritengo possa stare tranquilla al 95%.
    Prof. Cleto Veller Fornasa