Ernia del disco

    Pubblicato il: 29 Luglio 2013 Aggiornato il: 29 Luglio 2013

    DOMANDA

    Egr. Dott., trascrivo il referto relativo ad una RM COLONNA LOMBO-SACRALE (soggetto femminile di anni 36) per un suo parere:
    TESTO REFERTO:
    “Esame RM eseguito con apparecchiatura ad alto campo (1,5 Tesla).
    Conservata la fisiologia lordosi lombare. Sacralizzazione di L5.
    Allo spazio intersomatico L3-L4 disidratazione e modesto bulging discale ad ampio raggio in dolce appoggio sul sacco durale.
    Allo spazio intersomatico L4-L5 voluminosa ernia discale paramediana sinistra espulsa, in contratto con la radice omolaterale di L5. Si associa minima sinovite interapofisarie. Conservato il calibro del canale vertebrale”
    La mia domanda è sapere se si può fare o no a meno dell’intervento.
    Grato, porgo distinti saluti
    Antonio

    RISPOSTA

    Caro lettore
    l’intervento nei casi di ernia espulsa, secondo le Linee Guida internazionali è indicato
    – se il dolore persiste invariato per più di 2 mesi
    – se non risponde al trattamento con steroid
    – se è presente un deficit neurologico
    Distinti saluti
    Paolo Gaetani

    Paolo Gaetani

    Paolo Gaetani

    SPECIALISTA IN PATOLOGIE DELLA COLONNA VERTEBRALE. Dirigente di primo livello della clinica neurochirurgica del Policlinico San Matteo di Pavia. Nato a Milano nel 1956, si è laureato in medicina presso l’Università degli Studi di Pavia nel 1981, specializzandosi poi in neurochirurgia e in neurofisiologia clinica. È autore, assieme a Lorenzo Panella e a Riccardo Rodriguez […]
    Invia una domanda