IL GIUSTO APPORTO DI KCAL

    Pubblicato il: 28 Febbraio 2011 Aggiornato il: 28 Febbraio 2011

    DOMANDA

    Mi piacerebbe sapere quale sia il giusto apporto di kcal giornaliero adatto alla mia persona. Seguo un’ alimentazione corretta ma avvolte (stress, nervosismo…) “scoppio” ed esagero con dolci e formaggi. Sono una studentessa di 25 anni, 1,50 m di altezza e 52 kg di peso.Passo la maggior parte della mia giornata davanti al computer, però dedico tutti i giorni un’ ora di attività fisica in palestra o a correre e mi muovo a piedi compiendo almeno 40 minuti di passeggiata al giorno.In questo periodo sono stata costretta a fermarmi e ho anche esagerato con i dolci e i formaggi che adoro e, così, ho messo sù dei kg ( il mio peso infatti oscilla tra 47-48 kg di solito). Quindi vorrei sapere quante kcal devo assumere da domani che inizio a riprendere l’ attività fisica finchè non ritorno al mio peso abituale e una volta raggiunto tale peso vorrei sapere se le kcal variano. Grazie per la disponibilità.

    RISPOSTA

    Cara amica,

    premetto che 52 kg per 1.50m di altezza determinano un IMC (indice di massa corporea= peso/altezza2) = 23.1 che rientra nel range normopeso, quindi non avrebbe bisogno di perdere peso. Anche pesando 47 kg il suo IMC sarebbe pari a circa 21, anche questo rientrante nel range normopeso. Questi dati ci dicono quindi che il suo introito calorico nel medio periodo è corretto e che le variazioni di peso sono chiaramente determinate dallo svolgere o meno l’attività fisica.

    Quindi non cambierei la sua alimentazione ma riprenderei subito l’attività fisica.

    Attenzione però ai dolci: un conto è concedersi un piccolo premio dopo aver svolto attività fisica, un altro sono le abbuffate incontrollate!

    Saluti e buona corsa, Fabio Galvano

    Fabio Galvano

    Fabio Galvano

    DIETOLOGO. Professore associato di scienze dietetiche applicate presso la facoltà di farmacia dell’Università di Catania. Nato a Catania nel 1965, laurea in biologia e specializzazione in scienze della nutrizione umana all’Università Tor Vergata di Roma, dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca in fisiologia dei distretti corporei. I suoi campi di studio e ricerca […]
    Invia una domanda